Aforisma di Marius Creati

January 25, 2012 Leave a comment

Saper apprezzare le virtù dell’estetica non ha limiti né confini. La beltade é esoterica, esotica, esotropa. Esistono al mondo perle di rara bellezza che vibrano oltre il margine della consuetudine. (2012)

Advertisements

Fashion Couture e Seduzione, disegni di moda di Marius Creati

January 18, 2012 Leave a comment

Fascino e seduzione 06 – figurino di moda di Marius Creati

– Assolutamente vietata la riproduzione a scopo di lucro o fini puramente commerciali senza esplicito permesso da parte dell’autore. Le immagini sono di proprietà di Marius Creati, anche marchio registrato. Riservo il diritto di fabbricazione.

– Absolutely prohibited the copy for money or commercial purposes without The images belong to Marius Creati, registered merchandise mark too. I will reserve the right of manufacture.

Categories: Artworks Tags:

Fashion Couture e Seduzione, disegni di moda di Marius Creati

January 18, 2012 Leave a comment

Fascino e seduzione 05 – figurino di moda di Marius Creati

– Assolutamente vietata la riproduzione a scopo di lucro o fini puramente commerciali senza esplicito permesso da parte dell’autore. Le immagini sono di proprietà di Marius Creati, anche marchio registrato. Riservo il diritto di fabbricazione.

– Absolutely prohibited the copy for money or commercial purposes without The images belong to Marius Creati, registered merchandise mark too. I will reserve the right of manufacture.

Categories: Artworks Tags:

“Il mio mondo di scatole” di Marius Creati

January 18, 2012 Leave a comment

Il mio mondo di scatole

Il mio mondo è un mondo di scatole,

disseminate ovunque a ritroso negli scaffali della mente;

schivo ne concepisco il contenuto

tra carte e scartoffie, volumi e sciupami

ove pazzeggio di gioia a rimembrarne le fattezze,

mentre ad ogni scatola aperta e divorata da quei pochi attimi benpensanti

associo una scatola chiusa, già dimenticata e vissuta.

Scatole anteposte, sovrapposte, ribattezzate e consunte,

scatole confuse e dissennate,

variopinte, massacrate da quell’usura incombente,

mentre assale la voglia di contemplazione

barcollando l’idea di molestare un petit souvenir

come gracile monile adombrato da un lieve ricordo lontano e malvissuto.

Scatole… Scatole… Scatole…

Impazzanti e divampanti come sanno fare loro…

Scatole cinesi incastrate in me,

come attimi di follia disgreganti l’immago incastonato al didentro;

scatole russe, cicliche e virali,

letali come la morte cheta e imperversante,

immortali come la fulgida luce onnipresente;

dimorate, logore e vive in due mondi disgiunti,

mentre, paonazzo e disperduto, mi nascondo in ognuna di esse,

fatto a pezzi, divorato a morsi, annusato e impacchettato

annichilito dalla dea fortuna che cinge i miei albori di re.

Scatole reali, imperanti e vagabonde

lautamente lussuose e fantasmagoriche,

come oggetti d’arte affastellate per antipatia

dimenticate accuratamente nei cassetti blandi del cervelletto fine

in attesa del fatidico giorno in cui preda del destino affranto

diano ampia folgorazione escatologica.

E ancora scatole… Scatole dirompenti,

scorrazzanti tra pensieri, lacune, certezze e verità,

mentre l’universo si destina altrove trovando la via della reistallazione.

Ogni buco è una coscienza,

ogni speranza è un cubo di valori

e tutto… e tutto sarà nuovamente a posto,

come scatole enumerate e riordinate perfettamente,

disposte l’una sull’altra, l’una accanto all’altra.

Le mie scatole… Le mie scatole…

Scatole regalo, pacchetti e scatolette,

scatoline e scatolacce,

come bimbi vivaci, insolenti e impertinenti

frantumano coriacemente le pareti cartonate del mio vissuto

strappate, spaccate e logorate

come muri di pietra incementati di calce e sangue,

come pareti di carne impastate con polvere d’osso e grafite;

un segno indistinto lasciato per caso,

un simbolo tra mille simboli,

il primo tra mille primi e l’ultimo di essi.

Il mio mondo è un mondo di scatole,

scatole ovunque, vecchie e nuove, grandi e piccine…

Il mio mondo è un mondo di scatole,

un mondo di mille colori e voci e suoni, tutti contenuti in ciascuno di essi

in attesa…

in attesa di un souvenir esplicito e taciturno,

un monile scambiato per suppellettile,

un giaciglio di filettature sgargianti

come uno sguardo che scruto al didentro,

il mio sguardo, quello di mille coloni rimasti taciturni e solitari;

il mio sguardo, quello di unico superstite emarginato

blasonato nel decoro di una scatola preziosa e tenuta in disparte.

Il mio mondo è una scatola,

aperta in un mondo di scatole chiuse,

chiuso in mondo di scatole diroccate

e chissà, semmai un giorno il mio mondo si romperà

come una scatola rotta, fracassata e dilaniata dal tempo

lasciandomi uscire solingo allo scoperto

laddove m’imbatterò in un perimetro mai considerato.

Marius Creati     16 gennaio 2009

Categories: Poesie Tags:

Fashion Couture e Seduzione, disegni di moda di Marius Creati

December 13, 2011 Leave a comment

Fascino e seduzione 04 – figurino di moda di Marius Creati

– Assolutamente vietata la riproduzione a scopo di lucro o fini puramente commerciali senza esplicito permesso da parte dell’autore. Le immagini sono di proprietà di Marius Creati, anche marchio registrato. Riservo il diritto di fabbricazione.

– Absolutely prohibited the copy for money or commercial purposes without The images belong to Marius Creati, registered merchandise mark too. I will reserve the right of manufacture.

Categories: Artworks Tags:

Fashion Couture e Seduzione, disegni di moda di Marius Creati

December 13, 2011 Leave a comment

Fascino e seduzione 03 – figurino di moda di Marius Creati

– Assolutamente vietata la riproduzione a scopo di lucro o fini puramente commerciali senza esplicito permesso da parte dell’autore. Le immagini sono di proprietà di Marius Creati, anche marchio registrato. Riservo il diritto di fabbricazione.

– Absolutely prohibited the copy for money or commercial purposes without The images belong to Marius Creati, registered merchandise mark too. I will reserve the right of manufacture.

Categories: Artworks Tags:

“Che ti piova dal Cielo” di Marius Creati

December 12, 2011 Leave a comment

Che ti piova dal Cielo

Che ti piova dal Cielo,

ogni tuo pianto, un mio pianto,

ogni tua lacrima, una mia lacrima,

ogni tuo rancore, un mio rancore.

Illumina il cielo di nuove speranze

nel chiaro pallore anteposto ad ogni singola tempesta

mentre minuscole gocce d’acqua discendono rade e sottili, ovunque e in largo.

E coprono. E mondano. E rinnovano.

Discendono sul corpo come palline di rugiada,

sferzando innumerevoli sul volto, scivolando verso il basso

come tagli trasversali dilaniati dal colpo di lame ben affilate.

Ogni goccia di pioggia è una lacrima riversata nel mondo,

ognuna di esse è tinta nel colore del sangue

lo stesso odore, lo stesso sapore, lo stesso colore,

come minuscole macchie d’ombra

rimangono raccolte, disperse in modo dissipato e indefinito,

come singole particelle inanime.

Marius Creati     17 Aprile 2005

Categories: Poesie Tags: